La copertina di Terrorpods

Nel novembre del 1987 Psygnosis presentò al pubblico il nuovo Terrorpods: un videogioco sparatutto e gestionale sviluppato originariamente per Amiga ed Atari ST e successivamente portato su Commodore 64, Amstrad CPC, ZX Spectrum, e MSX.

Copertina di Terrorpods (ricostruzione dall’originale)

Il gioco è ambientato su di un asteroide ricco di minerali chiamato Colian. All’interno di un cratere sono presenti dieci colonie minerarie originariamente appartenenti alla Federazione, ma successivamente soggiogate dall’Impero, il quale sfrutta la loro forza lavoro per estrarre componenti vitali per la produzione della sua terribile arma: il Terrorpod.

La Federazione, desiderando rivolgere a suo favore questa piega degli eventi, invia un agente segreto nel complesso industriale per carpire i segreti che si celano dietro alla tecnologia dei Terrorpod. L’Impero purtroppo scopre questo piano e decide di distruggere l’intero complesso con tutti i suoi segreti.

Il giocatore, vestendo i panni dell’agente sotto copertura, ha il duplice compito sia di difendere le colonie che di coordinarle tra loro. Per completare il gioco sono necessarie quindi sia doti di strategia gestionale oltre che di abilità nell’abbattere i nemici, anche se nelle versioni ad 8 bit la componente gestionale è fortemente limitata.

Immagine originale tratta dalla serie per Musical Version of The War of the Worlds

Sezione sinistra di un’altra immagine della serie

L’azione viene presentata dall’abitacolo del DSV (Defence Strategy Vehicle), il quale consuma combustibile, una delle risorse da gestire, per muoversi o sparare.

Le altre risorse presenti nel gioco sono: “detonite”, “quanza”, “zenite” e “aluma” dove ognuna di queste ha una specifica funzione.

Il gioco termina quando il giocatore ha raccolto le sei parti necessarie per costruire un Terrorpod.

L’immagine di copertina ed il retro sono disegnati da Roger Dean e fanno parte di un progetto artistico del 1977 che doveva illustrare un libretto e la copertina di un doppio LP di Jeff Wayne intitolato “Musical Version of The War of the Worlds”, ma che non venne accettato dal musicista. I disegni assieme alla collaborazione di Tim White e altri disegnatori, vennero usati per una nuova edizione di La guerra dei mondi e pubblicati sulla rivista Omni nell’agosto 1985.

Terrorpods.zip

Tipo di file: application/zip Dimensione: 37,55 MB Data di creazione od aggiornamento: 9 Agosto 2022 Collegamento: https://www.studiodilena.com/wp-content/uploads/2022/08/Terrorpods.zip
Scarica Terrorpods.zip

Avvertenze

Tutti i marchi, i nomi, i loghi e le proprietà artistiche appartengono ai rispettivi proprietari.
Qualora un proprietario di un marchio, un nome od una proprietà artistica non si sentisse tutelato del proprio diritto, questi è invitato a contattarci il prima possibile per la necessaria rettifica.

Articoli correlati
© 2009–2022 Studio Di Lena